Aggiornamenti dall'isola dei cassintegrati

“SINDACATI, NON LASCIATECI SOLI!”

.
Mancano una manciata di ore e siamo a cento. Cento giorni in carcere, lottando, cento giorni sui giornali, blog, programmi radio e televisivi. E alle spalle, quante cose… che se ci pensi ti viene quella malinconia mista a rabbia, un senso di appartenenza a qualcosa di grande e forte che si scontra col sentirsi soffocato dal potere di un Governo che ti ignora e dell’Eni che ti prende in giro, che gioca sporco ormai da troppo tempo. Questi operai famosi in tutta Italia, simbolo nazionale della lotta per il lavoro, si erano inventati una maniera nuova e pazza di protestare, occupando l’Asinara e dando vita all’unico reality reale: l’isola dei cassintegrati.

Grazie a questa protesta hanno scoperto di non essere soli e di poter contare sull’adesione di moltissime persone, sul sostegno, la forza e le idee di chi come loro è vittima del non-lavoro. Ma c’è un grande assente in questa lotta operaia rivoluzionaria. È un’assenza accecante, perchè si tratta proprio di quel nobile organismo che dovrebbe essere in prima linea a combattere per i diritti dei lavoratori. Il sindacato.
Leggi il resto di questa notizia »