Aggiornamenti dall'isola dei cassintegrati

Il fenomeno mediatico dell’isola dei cassintegrati
maggio 24th, 2010 


Da La Nuova Sardegna del 21 maggio, di Silvia Sanna:

foto di Paola Rizzu
“Maestri della politica del post, cioè del postare : io giro un contenuto a te, tu lo inoltri ai tuoi contatti, loro ad altri ancora. La notizia rimbalza, cresce, diventa un messaggio corale che raggiunge e sfonda l’obiettivo. Due ragazzi e una rivoluzionaria forma di protesta: in cella, isolati nell’isola ex carcere. Il risultato è un successo mediatico destinato a fare scuola.  Hanno 25 anni, uno fa il musicista e vive a Guildford, 35 minuti di treno da Londra. L’altro è praticante giornalista al quotidiano di Madrid El Mundo. Quando Marco Travaglio durante una puntata di Annozero ha detto che “non tutte le proteste operaie possono permettersi di pagare un’agenzia di comunicazione”, gli è venuto da sorridere. Perchè loro hanno studiato comunicazione ma non sono professionisti. E il fenomeno “isola dei cassintegrati” l’hanno fatto esplodere a costo zero. Michele Azzu, figlio di Salvatore, tecnico della Vinyls di Porto Torres, e Marco Nurra, amici da sempre, ieri hanno raccontato come sono riusciti a piegare alle esigenze di una lotta operaia lo strumento che Pietro il tiranno sino a tre mesi fa chiamava “quella roba che usate per scambiarvi le cose”.
Leggi il resto di questa notizia »